Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
ULTIMA ORA
Torna su

Torna su

Nessun Commento

Iufinfest: Cariati il 25 aprile si colora a festa Sul lungomare la prima edizione della Festa dei Fiori, con musica, animazione e prodotti tipici

Iufinfest: Cariati il 25 aprile si colora a festa Sul lungomare la prima edizione della Festa dei Fiori, con musica, animazione e prodotti tipici
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Tanti fiori, tanti colori, tante persone. Il lungomare di Cariati martedì 25 aprile si trasformerà per accogliere la prima edizione di Iurinfest, la Festa dei Fiori pensata e fortemente voluta dall’amministrazione Greco con l’intento, tra gli altri, di sensibilizzare la comunità a prendersi maggiore cura degli spazi pubblici. «Perché – ha fatto sapere la sindaca Filomena Greco – è solo partendo dal rispetto e dall’amore per le cose che abbiamo che potremo davvero difenderle da chi vuole martoriarle».

Iurinfest, a cui parteciperanno fiorai e vivaisti da tutto il Basso Jonio Cosentino, inizierà alle 10 del mattino e andrà avanti fino al tramonto. Sarà un momento di unione, di condivisione e di festa. Tutte le sfumature dell’allegria coloreranno il lungomare di Cariati nella zona Padre Pio, e che questo avvenga proprio in occasione dell’Anniversario della Liberazione è significativo.

«Quando abbiamo pensato a questo evento – ha detto l’assessore al Decoro Urbano Maria Elena Ciccopiedi, ideatrice di Iurinfest – i nostri intenti erano molteplici: stimolare nella popolazione il ritorno dell’amore per le cose belle, creare un momento di convivialità e di allegria per i più piccoli e per i più grandi, dare uno spazio a tutti i venditori per mettere in mostra il meglio che hanno da offrire e che spesso nei loro negozi non hanno modo di esibire. E poi, ma non da ultimo, mettere in piedi una manifestazione che speriamo col tempo diventerà un punto di riferimento su tutto il territorio, oltre i confini dei paesi limitrofi. Alla fine – ha raccontato ancora Ciccopiedi – abbiamo optato per il 25 aprile perché crediamo che l’intento con cui è stata organizzata coincida in qualche modo con i festeggiamenti della Liberazione: tutti abbiamo bisogno di prenderci cura di nuovo della cosa pubblica. Non sempre nel corso della storia gli spazi, i luoghi, le libertà sono state nostre. Iurinfest sarà un momento di bellezza e di allegria, di vicinanza tra le persone e di colori. Un po’ com’è stato quel giorno di molti, ma neanche troppi, anni fa».

COME FUNZIONA – A partire dalle 10 del mattino e per tutta la giornata, fiorai e vivaisti allestiranno ognuno il proprio spazio. Cittadini e visitatori potranno quindi passeggiare tra colori e musica. Sì, perché nel pomeriggio ad animare l’atmosfera ci sarà anche il gruppo folkloristico Amici della Tarantella. Mentre per i più piccoli, fin dalle prime ore, ci saranno giochi e giostre. In uno stand si venderanno prodotti enogastronomici, tra i quali fragole appena raccolte e fritti.

VERSO L’ESTATE – Iurinfest sarà l’occasione anche per lanciare la prima edizione del concorso Balconi Fioriti, che inizierà proprio venerdì 25 aprile e terminerà giovedì 1 giugno. Il contest, organizzato sempre dall’amministrazione, premierà il balcone più bello. E vuole essere da stimolo per abbellire e prendersi cura tutti insieme di Cariati. A breve arriveranno i turisti e, secondo l’amministrazione, sarebbe un bel gesto di accoglienza fare trovare loro una città decorata e abbellita. Chi vorrà potrà registrarsi già il 25: basterà individuare lo stand adibito per la raccolta delle iscrizioni. Ma le domande potranno essere presentate anche allo sportello dell’ufficio Protocollo del Comune di Cariati.

«Cariati ha avviato una serie di iniziative che fin da ora mirano a fare in modo che tutti, cittadini, operatori, commercianti, siano adeguatamente pronti per la stagione estiva – ha commentato infine la prima cittadina Filomena Greco – . In queste ore stiamo definendo il calendario delle manifestazioni estive, in collaborazione con le associazioni e con chiunque voglia proporre un evento. Iurinfest segnerà in qualche modo l’inizio di un percorso che porterà a fare in modo che chi verrà a trovarci nei prossimi mesi percepisca quanto i cariatesi sanno fare per la propria città e per i propri ospiti».

Partecipa alla discussione